Produttori rottami di vetro: dall’11 giugno l’obbligo di certificazione

Quando i rottami vetrosi smettono di essere rifiuti

Gentili Clienti,

Il 31 dicembre 2012 è entrato in vigore il Regolamento UE 1179/2012, che stabilisce quando i rottami di vetro destinati a processi di rifusione cessano di essere considerati rifiuti.

Il provvedimento rappresenta il secondo regolamento “attuativo” dell’articolo 6 della direttiva 2008/98/Ce sui rifiuti (preceduto dal regolamento 333/2011/Ue sui rottami ferrosi), norma che stabilisce le condizioni generali per la cessazione della qualifica di rifiuto (cd. “end of waste”).Analogamente a quanto già fatto con il Regolamento UE 333, le imprese dovranno disporre di un Sistema di Gestione della Qualità la cui validità sia riconosciuta da un organismo terzo e indipendente.Affinché i rottami di vetro possano uscire dalla disciplina regolamentare dei rifiuti, devono essere rispettate le seguenti condizioni:
  • Provenire da raccolta differenziata;
  • Possedere standard qualitativi minimi;
  • Essere destinati a processi di rifusione;
  • Disporre di sistemi di gestione dei processi;
  • Dichiarazione di conformità.
Certification Europe Italia, forte dell’esperienza di oltre 100 Clienti per l’analogo Regolamento UE 333 si offre ai propri clienti per attestare la conformità dei sistemi di gestione, adottati, assicurando la conformità a quanto prescritto dal regolamento UE 1179/2012.
Nell’ottica dell’integrazione dei servizi di certificazione, Certification Europe Italia offre di integrare tale attestazione con quella legata al Regolamento UE 333/2011.